Browse images and videos on Instagram. Find out Most Popular Hashtags and Users.Picgra
  1. Homepage
  2. poesia

#poesia hashtag

Posts attached with hashtag: #poesia

Advertisement

Advertisement

Advertisement

Janira Jessica Saba (@janirajessica_) Instagram Profile Photojanirajessica_

Janira Jessica Saba

 image by Janira Jessica Saba (@janirajessica_) with caption : "Tu sei strana. Forse perché in camera ho un quadro enorme alla parete e subito dopo uno piccolo piccolo. Forse perché su" - 1984987188336673096
ReportShareDownload00

Tu sei strana. Forse perché in camera ho un quadro enorme alla parete e subito dopo uno piccolo piccolo. Forse perché sulla porta ho uno spazio apposito per le foto ma alla fine le ho attaccate sul ripiano dei libri, che ogni tanto le ritrovo a terra e io imperterrita le riporto al loro posto sbagliato. O magari sono strana perché la sigaretta la tengo con la sinistra, ma non sono mancina. Oppure me lo dici perché ho grandi progetti chiusi in un cassetto stretto stretto che tra poco finische che straripano e mi inondano la testa, e poi mi ci perdo, che in realtà non sarebbe nemmeno tanto male perdermi in qualcosa di così bello. Forse son strana perché il mondo non lo vedo come lo vedi tu, che l'altro giorno mi sono imbambolata a guardare un muro grigio e pieno di crepe e brutto, ma se lo guardassi meglio ci vedresti una grande storia, felice o triste in ogni caso bellissima, di quella bellezza che si sogna nei sogni e si dimentica negli incubi.Magari perché dico scusa e mi dispiace anche quando da scusarsi non c'è niente. Magari perché a volte mi ritrovo ad annusare l'aria per sentire il profumo del mare anche se sono circondata da palazzi e mi fa sentire felice. Forse son strana perché credo ancora nelle persone e che l' amore si possa trovare anche tra le estremità di una cicatrice. Forse son strana, forse è tutta una sciocchezza, forse,forse...ma alla fine, in realtà, che importa? #poesia

Angela Gonçalves (@aah_angela) Instagram Profile Photoaah_angela

Angela Gonçalves

 Instagram Image by Angela Gonçalves (@aah_angela) with caption : "“Eu gosto dos dias banais
de blusão e calcinha, cabelo fora do lugar
esmalte saindo, vinho no copo
música alta, jantinha" at Catalão, Goias, Brazil - 1984987178120738043

“Eu gosto dos dias banais de blusão e calcinha, cabelo fora do lugar esmalte saindo, vinho no copo música alta, jantinha em casa confissões sem hora marcada livros cheios de anotações gosto da poesia que brota da ponta dos dedos e se escreve rápida e urgente gosto de quem não sabe conter paixão.” -@ondejazzmeucoracao

 image by Towa (@maria.vittoria.argenti) with caption : "Arrivo ad Ivrea il pomeriggio del mio compleanno con gli occhi aperti a malapena, ho dormito pochissime ore, scritto, ri" - 1984987120280149296
ReportShareDownload00

Arrivo ad Ivrea il pomeriggio del mio compleanno con gli occhi aperti a malapena, ho dormito pochissime ore, scritto, riflettuto. Noto una piccola libreria accanto al portone dell'alloggio per la notte. Ma stremata mi trascino di sopra. La sera facciamo spettacolo "Sogno di una notte di mezza estate", in mezzo inverno, ed è un mezzo disastro: il palco è veramente troppo stretto, la scenografia mi si spacca sotto i piedi, continuano a rompersi oggetti di scena, la parrucca mi prude sulla testa; stiamo tutti schiacciati dietro le quinte, guardando quelli sul palco che faticano a trovare le luci, inciampano, risolvono gli imprevisti, lanciano occhiate complici ai compagni, si aiutano tra loro... hanno gli occhi che brillano. È commovente. Che bel lavoro, penso, anche quando è così, soprattutto quando è così. Finiamo e mi concedo una cena un po' gourmet con gli altri. Con la mia compagna di camera @sara_baccarini abbiamo in programma idromassaggi, film e champagne, invece riusciamo a malapena a fare la pipì prima di crollare a letto. Suona la sveglia e parliamo di poesia, ce ne leggiamo alcune, ascoltiamo la Gualtieri bevendo il caffè. Infiliamo in valigia le nostre vite nomadi, scendiamo in strada ed entriamo con tutto l'ambaradam dentro la piccola libreria, è tutta disordinata, piena zeppa di vecchi libri, come vecchino è l'affascinante proprietario; ci scusiamo per l'ingombro dei nostri bagagli, "partite o arrivate?", "siamo attori in tournée", misteriosamente lui risponde "la poesia è dietro quell'angolo", facciamo gridolini, ragazzine. Sbircio una decina di minuti nello scaffale. Ma il mio occhio cade su una pila di libri poggiata a terra in un angolino, la mia mano va e ne acchiappa uno dal fondo. "Marianne Moore. Unicorni di mare e di terra", Rizzoli 1981, è imballato, non ne so nulla, decido di farmi una sorpresa e senza indagini, senza indugi lo compro. Saliamo in macchina, un'oretta e mezza di viaggio per il prossimo teatro. Ho un tesoro nella borsa ma lascio crescere la curiosità, resisto, fino a che non esplode, strappo l'imballaggio, sospiro, apro, e trovo questa. Mi danzano gli angoli della bocca. È mia. . . #poesia

patiodevecinos (@patiodevecinos) Instagram Profile Photopatiodevecinos

patiodevecinos

 Instagram Image by patiodevecinos (@patiodevecinos) with caption : "“Quitar es lo peor. Quedarse en el alambre de espino de las cosas y que cause el efecto que uno quiere es lo más difícil" at Chueca - 1984987110532481466
Chueca ReportShareDownload00

“Quitar es lo peor. Quedarse en el alambre de espino de las cosas y que cause el efecto que uno quiere es lo más difícil. Yo me dedico a eso: a sacarle filo al lenguaje. Me ayudó mucho trabajar de taquillera en el teatro Alfil, donde me venía gente por todos los lados y tenía que contestar siempre rápido, con mucha velocidad mental”. La micropoeta María José Martín de la Hoz, Ajo (@micropoetisa), retuerce el lenguaje en pequeñas oraciones que rezuman ternura, sarcasmo o cinismo. Sus creaciones se pueden leer en libros, pasos de cebra o escuchar en espectáculos artísticos. Y agrega: “El lenguaje es un virus y yo estoy infectada” Link a entrevista completa en bio Foto: Andrea Comas #poesia

laideanfossi (@laideanfossi) Instagram Profile Photolaideanfossi

laideanfossi

 image by laideanfossi (@laideanfossi) with caption : "Soltanto un chimico può dire, e non sempre ,
che cosa uscirà dalla combinazione 
di fluidi o di solidi. 
E chi può dire " - 1984987065252479154
ReportShareDownload120

Soltanto un chimico può dire, e non sempre , che cosa uscirà dalla combinazione di fluidi o di solidi. E chi può dire come uomini e donne reagiranno fra loro, e quali bambini nasceranno? C'erano Benjamin Pantier e sua moglie, buoni in se stessi, ma cattivi l'un l'altro: ossigeno lui, lei idrogeno, il figlio un fuoco devastatore. Io, Trainor, il farmacista, mescolatore di elementi chimici, morto mentre facevo un esperimento, vissi senza sposarmi. Edgar Lee Masters, Trainor il farmacista, da “Antologia di Spoon River”. Traduzione di Fernanda Pivano. La canzone “Un chimico” è invece contenuta nel concept album “Non al denaro, non all’amore né al cielo”, pubblicato da Fabrizio De André nel 1971 e ispirato ad alcune poesie dell’Antologia di Spoon River. Vi consiglio entrambe le opere con tutto il mio cuore.